Etichette Dinamiche

Etichette Dinamiche con display ad energia solare.

 

É un brevetto dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) del Politecnico di Milano (PoliMi). Si tratta di una etichetta dinamica cioè in grado di riportare su un display informazioni diverse a seconda delle necessità di marketing. Fino ad ora l’evoluzione del packaging ha interessato forme e colori, ma tra poco si potrebbe aggiungere un nuovo aspetto: il dinamismo digitale. Oltre a cambiare il mondo degli acquisti, lampeggiando e modificando immagini scritte e colori, l’etichetta dinamica potrebbe consentire al consumatore di avere informazioni aggiuntive potenzialmente infinite. L’etichetta dinamica è stampata o integrata sulla confezione, totalmente riciclabile ed economicamente sostenibile.

Etichette Dinamiche

Riciclabile perché interamente realizzata con materiali recuperabili. Tutti i componenti elettronici sono plastici o facilmente separabili dalla plastica e tutti i materiali elettronici della componentistica sono caratterizzati da una bassa temperatura di fusione che permette il recupero di metalli o ossidi di metallo tramite filtraggio.

Sostenibile perché dotata di una sorgente energetica fotovoltaica che autoalimenta un modulo di controllo (transistor a film sottile organico a bassa tensione di alimentazione) e un display di visualizzazione (realizzato nella forma di uno strato di materiale elettro-cromico). Il modulo di controllo è predisposto per inviare al display i messaggi desiderati.

Il prodotto è pensato in particolare per le bottiglie in plastica ma è abbastanza flessibile da poter essere adattato anche a contenitori in vetro e in carta.

Etichette Dinamiche

Questa etichetta, che Caironi (ricercatore dell’Iit e coordinatore del progetto) paragona a un display, può essere stampata sul lembo di plastica che avvolge la bottiglia o direttamente sul contenitore. La carica è affidata a una batteria fotovoltaica stampata su plastica. Gli inchiostri utilizzati hanno caratteristiche specifiche: “Sono realizzati con plastiche a base di carbonio. Sono adatti all’elettronica perché conduttivi”. Le etichette dinamiche potrebbero essere presto sugli scaffali, come spiega Caironi: “Abbiamo già stretto delle partnership con aziende di packaging”. Il prodotto, oltre a essere totalmente riciclabile, è sostenibile dal punto di vista economico: “È possibile stampare i circuiti con le tecniche di stampa già in uso”. L’etichetta è compatibile con gli attuali processi di produzione degli imballaggi, aggiungendo un costo trascurabile.

Etichette Dinamiche

Il gruppo di IIT che ha lavorato al brevetto è stato seguito da Mario Caironi, Ph.D. e Tenure Track Researcher al CNST@PoliMi di IIT.

fonti: Istituto Italiano di Tecnologia del 1 luglio 2015

           Imbottigliamento.it art. del 2 luglio 2015

           Corriere Innovazione/News – art. di Maria Rosa Pavia del 15/07/2015